Rileggere il passato per riprogettare la politica estera.

PARTE PRIMA : 1950 – 1990

L’opinione pubblica italiana pensa alla politica estera con limitato interesse e la politica vi si applica con un certo pigro conformismo, ripetendo stancamente i concetti tradizionali. Usiamo guardare il mondo con gli schemi degli anni ’50,

La brutta situazione italiana e la necessità di un’opposizione sociale

L’evoluzione del quadro politico italiano nel corso di questa estate appare sconfortante, almeno per tutte le persone di idee e valori progressisti. Eppure la maggioranza di governo, che riscuote un successo travolgente in tutti i sondaggi d’opinione e nelle intenzioni di voto, mostra diverse contraddizioni

Il Ponte Morandi – gli effetti su Genova

Le morti avvenute sul Ponte di Genova appartengono alla categoria peggiore, quegli eventi in cui muoiono persone che erano uscite di casa senza aspettarsi nulla di particolare, salutando come tutti i giorni. In questo, sono atroci come gli incidenti sul lavoro o nel traffico. Inoltre, molto più del normale hanno colpito ragazzi e giovani:

L’Europa ipocrita e gli evasori fiscali

Si definiscono paradisi fiscali gli stati che hanno imposizione fiscale troppo bassa, tassano meno i redditi prodotti all’estero, sono disponibili ad essere sedi di società fittizie. Si sa bene quali sono questi stati: il nostro governo in passato ne aveva ufficialmente elencati 62 (decreto Min. Finanze 4 maggio 1999).