Come il Coronavirus ha infettato la globalizzazione.

Ipse dixit. Lo aveva detto o meglio lo avevano detto. Chi? molti economisti, politici, osservatori,. Tutti tacciati di comunismo, disfattismo e antiprogressismo. Il modello economico globale che si è imposto, con la produzione di beni in Paesi dove la manodopera e le materie prime hanno un costo bassissimo, sotto la pressione del coronavirus, inizia a mostrare le prime crepe.

Questa “crisi” di governo non è una cosa seria

Le convulsioni quotidiane governative mi ricordano una vecchia canzone degli anni trenta, “Ma cos’è questa crisi”, di Rodolfo De Angelis, ripresa negli anni successivi dal quartetto Cetra, da Gigi Proietti e anche da Elio. La storia politica di questo paese è fatta di governi, talvolta di “governicchi”, in cui il tasso di litigiosità fra i vari partner è sempre molto alto, troppo alto.