ControPiede

Zanardi, Gattuso, Balotelli. La determinazione e il talento.

Senza una straordinaria forza di volontà, senza ambizione e soprattutto senza “fatica e sudore” è difficile ottenere grandi risultati, anche laddove si possegga il cosiddetto talento.

Alex Zanardi sta lottando di nuovo con la morte. Rino Gattuso ha portato il suo Napoli alla vittoria in Coppa Italia. Mario Balotelli licenziato dal Brescia Calcio per giusta causa. Tre fatti importanti che, messi insieme, mi inducono una riflessione, spero non troppo banale, sull’importanza della determinazione e della forza di volontà nelle scelte della vita.

Vorrei subito chiarire che non è mia intenzione esprimere giudizi sulla vita e sulle carriere di questi tre uomini e grandi campioni, né tantomeno penso che si possa, nel breve spazio di un articolo, fare confronti o parallelismi fra situazioni personali, culturali e sociologiche molto diverse fra loro. Questi fatti li utilizzerò solo come metafora per condividere sentimenti noti a tutti, e che talvolta, per pigrizia o per vanità, dimentichiamo.

Rino Gattuso è l’espressione più autentica del calciatore che si è fatto da solo, che grazie alla “fatica e al sudore”, per usare sue parole, alla generosità e all’impegno, ha saputo conquistare il successo, sia da calciatore che da allenatore.

Non credo possa risultare offensivo per lui e per i suoi estimatori la considerazione che Rino non sia stato un fuoriclasse, nel senso classico del bel calcio, per capirci in nessun modo paragonabile a calciatori come Rivera, Corso, Baggio, Totti e così via. L’elemento che mi preme evidenziare è, che lui, grazie alla sua determinazione, è riuscito ad ottenere molto di più di tanti altri giocatori sicuramente più talentuosi di lui. E qui arriviamo a Mario Balotelli, che è certamente un fuoriclasse, uno dei calciatori più interessanti degli ultimi anni. Premetto subito che a Mario voglio un gran bene e penso che la sua immagine venga utilizzata in modo strumentale dai media, che lo dipingono, a giorni alterni come il giocatore italiano più forte e come il calciatore capriccioso che spreca il suo talento. E, tuttavia, se confrontiamo il caso Gattuso con quello Balotelli, al netto, ripeto, delle tante situazioni particolari (personali, famigliari, di contesto, ecc.), non possiamo non osservare che, il talento da solo non basta per raggiungere i grandi traguardi. Senza una straordinaria forza di volontà, senza ambizione e soprattutto senza “fatica e sudore” è difficile ottenere grandi risultati, anche laddove si possegga il cosiddetto talento.

Alex Zanardi, al quale voglio esprimere tutto il calore e l’incoraggiamento per superare presto questo ennesimo gravissimo incidente, rappresenta, invece, il mix perfetto di talento e determinazione. In lui troviamo il fuoriclasse della Formula 1, dove pur non vincendo molto è riuscito a farsi apprezzare per le sue audaci incursioni, ma anche l’uomo con una straordinaria volontà capace di superare sfide apparentemente insormontabili. Dopo l’incidente automobilistico che l’ha privato dell’uso degli arti inferiori è stato capace di rimettersi in gioco reinventandosi una nuova vita. E’ diventato un campione di paraciclismo, oltre che un esempio per moltissime persone, soprattutto per quelle più in difficoltà, a cui ha trasmesso la speranza e la consapevolezza che con la volontà si può superare ogni limite, compresi quelli fisici.

Coraggio Alex, vinci ancora per te e per tutti noi. Abbiamo ancora bisogno del tuo insegnamento. Perché la vita ci offre sempre nuove opportunità e la nostra forza più grande è quella di saperle e volerle cogliere.

Ho usato l’accostamento, anche se in parte arbitrario, di Gattuso, Zanardi e Balotelli per evidenziare che la determinazione nel perseguire i propri obiettivi sia, talvolta, molto più importante per il raggiungimento di importanti traguardi del solo possedere talento. Penso, infine, che i valori dello sport, la correttezza, la competizione, il riconoscimento del dovuto onore a chi è stato più bravo, costituiscano un fondamentale esempio di vita e che, proprio per questo, è importante che questo sia reso accessibile a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *